COME LAVARE LA BIANCHERIA INTIMA

Come lavare biancheria intima

Come lavare la biancheria intima e lingerie per farla durare più a lungo possibile?

Il metodo migliore per lavare la biancheria intima è fare il bucato a mano in acqua tiepida.
Lo so… anche io lo detesto, e quindi meglio la lavatrice!

Slip ad asciugare

Reggiseni

Ma nel caso che avete un capo a cui tenete particolarmente, allora (come faccio io) meglio lavarlo a mano!
Se vogliamo che il capo sia “disinfettato”, ci sono vari metodi.
Possiamo utilizzare il Percarbonato di sodio, che si trova facilmente in un supermercato.
Un olio essenziale che si chiama Tea Tree Oil con proprietà antibatteriche. ( si tratta di un olio che proviene dalle foglie di un albero)

Oppure possiamo igienizzare anche con un poco di aceto o limone diluito, non ultimo metodo, immergere il capo in Amuchina diluita.

Percarbonato di sodio

Tea tree oil

simboli

E’ meglio disinfettare prima di lavare la biancheria intima lasciando in ammollo una mezz’oretta.
Questo perché a seconda di cosa si adopera per disinfettare, potrebbe lasciare un odore non proprio gradito.
Se invece volete lavare la biancheria intima in lavatrice, vi consiglio di mettere la biancheria nelle sfere di plastica per lavatrice che potete trovare in qualsiasi supermercato.
Potete aggiungere insieme al detersivo un pò di igienizzante e il gioco è fatto. Per la lavatrice vi consiglio di non superare i 60 gradi per il bianco, e i 40 gradi per i colorati.
Lasciate asciugare all’ombra senza fare centrifuga.
I reggiseni si rovinano più velocemente con la centrifuga!

Ultimo consiglio, guardate sempre l’etichetta del capo da lavare e seguite le istruzioni. Solitamente si trovano questi simboli per il lavaggio:

Inutile dire di non mettere insieme i colorati con il bianco!

Spero di esservi stata utile anche se è solo un piccolo consiglio per lavare la biancheria intima.
Seguitemi e grazie!
Elena.